Perchè un amatore dovrebbe comprarsi un forno professionale?


Post semiserio e realistico per apprendisti fornai!

Iniziamo con un esame di coscienza, ponetevi queste domande:

1. Accendete il forno di casa più volte durante la settimana?

2. Salvate su instagram almeno un post al giorno con lievitati e dolci da forno di ogni genere e tipo?

3. Adorate avere le mani sporche di farina e anche un pò appicicaticce di impasto e quel profumo di lievito per voi è meglio di un Chanel n. 5?

Se avete risposto si a due domande su tre, allora questo articolo fa per voi!

Il mio forno David World Euro 1 non è di piccole dimensioni, ma diciamo le cose come stanno, è grande più o meno quanto un qualsiasi forno da cucina da 90 cm e vi assicuro che avere il forno da 90 cm è uno dei sogni di molte donne italiane (me compresa 😄). Quando sento “Ah..se solo fosse più piccolo”, “Non saprei dove metterlo”, diciamolo, è solo una scusa e probabilmente il forno non è menzionato nella posizione numero 1 della vostra letterina di Natale, ecco.

Sia chiaro, ve lo sta dicendo una che ha 10 metri quadrati di cucina, non lineare, con 2 finestre e una porta, dove tiene 1 planetaria piccola, un robot da cucina tipo mixer, macchinetta del caffè espresso, microonde, forno classico, frigo a doppia porta tipo americano, impastatrice a braccia tuffanti e che quindi per esempio, avendo esaurito lo spazio, ha posizionato l’abbattitore nel salotto, precisamente accanto alla tv. (“Pure l’abbatitore?” Si, è stato uno dei miei primi acquisti seri in ambito cucina, di 6 anni fa, dopo la planetaria 😅)

Ah, e in un angolo del soggiorno ho pure la planetaria da 6,7 litri, quella che mi sono accapparrata vincendo questo concorso qui.. (ah che magnifico ricordo, ho la pelle d’oca a ricordare la gioia di quel momento 🥰) Insomma, in questi 10 metri della mia cucina non ci stava certo il World Euro1 di Forni DAVID o come lo chiamo io, il David! Infatti l’ho posizionato nella taverna dei miei che abitano nella casa accanto, approfittando di quei 50 metri che ci dividono come motivazione all’attività fisica, cammina di qua cammina di la, qualche passo in più non fa poi così male considerando quello che sforno nel mentre.

Se non avessi avuto a disposizione la taverna? Nessun problema, io il forno lo desideravo talmente tanto che gli avrei trovato posto nel terrazzo, che è grande e ben riparato, d’inverno lo avrei avvolto da una bella copertina per non fargli prendere troppo freddo, e d’estate, le tende lo avrebbero protetto dai raggi solari… insomma una soluzione l’avrei trovata senza dubbio. Non necessita di grandi attenzioni, se non quella di avere una presa elettrica e perciò se avete un garage o un porticato, con un pò di riguardo, sta benone anche li.

Il costo? Ci sono forni professionali di dimensioni domestiche con un costo 3 volte maggiore, come ci sono forni per pizza con un costo inferiore…dipende un pò da quello che ci volete fare. Provate a cercare sul web un forno con le stesse caratteristiche, che possa ospitare la teglia da 60 x 40 e che l’altezza della camera permetta di cuocere tranquillamente i panettoni… non troverete nulla a meno.

Lo considero un ottimo investimento, volete mettere la soddisfazione di sentir dire dal vostro marito (nel mio caso) : “Meli, è la focaccia migliore di sempre!”


Il consumo? Se non accendete il forno per diverse ore tutti i giorni, non ve ne accorgete in bolletta… io lo accendo una o due volte a settimana e non sono mai andata oltre i 280°C, quindi mai arrivata al massimo della sua potenza e temperatura (350°C), la bolletta non ha subito cambiamenti se non di 1-2 euro nei mesi di più utilizzo (il forno è dai miei e la bolletta arriva da loro, ma ripago la differenza in pizze, focacce e dolci settimanali ☺)

Ma quindi perchè un amatore dovrebbe comprarsi un forno professionale?
Perchè ogni tanto bisogna pur soddisfare la propria passione cercando di migliorare tecnica, impasti e attrezzature… e spingere quel limite che il forno classico domestico ci impone, un pò più in là!


Questo forno può rivelarsi perfetto e performante anche nella cottura di prodotti gluten free, pertanto risulta ideale per le piccole attività di ristorazione che vogliono arricchire il menù con una linea di proposte da forno senza glutine, garantendo un forno apposito per la loro cottura, seguendo tutte le norme HACCP.

Visitate il sito fornidavid.it trovate maggiori informazioni su come assicurare una cottura senza glutine.

Se siete interessati a questo super forno vi invito a dare un occhiata ai miei articoli precedenti in cui ne descrivo le principali caratteristiche:

https://www.verdemelissa.com/2020/03/20/alla-ricerca-di-un-forno-versatile-compatto-e-performante/
https://www.verdemelissa.com/2020/04/18/a-tu-per-tu-con-forno-monocamera-david-world-euro-1/

Ma io vi conosco e so volete andare al sodo della questione e che a questo punto risuona nella vostra testa solo una domanda “Ma quanto costa?”

Tenetevi forte… il prezzo di questo forno a listino è di € 1647 iva compresa.

[*Aggiornamento del 06/04/2021]

Contattando l’azienda tramite mail info@fornidavid.it (o telefonicamente 045 518715) e comunicando in fase di richiesta di acquisto “MI PRESENTA MELISSA” , potete accaparrarvelo a € 1400 iva e trasporto compresi.

Ragazzi, pensateci e cercate nella vita qualcuno che vi guardi come io guardo il mio David 😅

IG: @fornidavid.it

FB: @fornidavid.it

www.fornidavid.it/contatti/

Print Friendly, PDF & Email