@tacco dolce! (Lievitazione mista)


Settembre è arrivato ed eccoci alla prima creazione che ho preparato per il concorso #Ricettedipetra!

Ha un nome un pò particolare..ma volevo renderla unica..

Allora..vi do alcuni indizi: è un lievitato, al suo interno vi sono delle patate schiacciate e sopra è cosparsa di pomodorini..

@=at – tacco=puglia

Avete capito?

Si amici, questa è una focaccia pugliese ma..dolce!!

Avete capito bene, dolce..da colazione! I pomodorini li ho canditi, nel vero senso della parola..per una settimana li ho immersi in uno sciroppo di acqua e zucchero (dopo vi spiego come si fa).

Non ci credereta ma è stata la mia prima canditura e ne sono uscita molto, molto soddisfatta!

La base è un panbrioche a lievitazione mista, con patate al suo interno…beh se dovevo rivisitare la classica non potevo ometterle.

Vi garantisco che è di una sofficità unica! L’aggiunta del lievito madre nell’impasto la rende morbidissima anche per 4-5 giorni!

Per questa ricetta ho utilizzato Petra 1, farina semintegrale macinata a pietra di tipo 1, ideale per dolci lievitati!

 

Con questa ricetta partecipo al contest del blog Profumo di cannella in collaborazione con Petra – Molino Quaglia

Banner_b

Ingredienti per 2 focacce (teglie da 24 cm):

Per l’impasto:

400 gr di farina Petra 1

100 gr di patata lessa schiacciata

5 gr di lievito di birra

100 gr di Pasta Madre Viva al secondo rinfresco (nel mio caso licoli)

80 gr di uova

60 gr di burro morbido

110 gr di latte intero

40 gr di zucchero

7 gr di sale fino

semi di 1/2 bacca di vaniglia

scorza grattugiata di un limone

 

zucchero in granella prima di infornare

 

2a

 

 

 

 

 

 Per i pomodorini canditi:

600 gr di zucchero semolato

600 gr di acqua

24 pomodorini ciliegino

Occorre anche il rifrattometro e molta pazienza

 

Per la canditura:
Bucherellare i pomodorini con un ago e farli bollire per 5 minuti, togliere la pentola dal fuoco e lasciare i pomodorini nell’acqua finchè non cadranno a picco. (circa 5-10 minuti) Poi estrarli dal’acqua. Dopodichè preparare lo sciroppo (qui entra in gioco il rifrattometro): Sciogliere lo zucchero nell’acqua in pari peso, si parte da 50 gradi brix e portare a un leggero bollore fino a innalzare i gradi brix a 52. Successivamente inserirvi i pomodorini e far sobbollire per 3-4 minuti. Spegnere il gas e lasciarvi i pomodorini all’interno. Dopo 12 ore, estrarre i pomodorini dallo sciroppo e riportare lo stesso sciroppo a bollore, fino a innalzare i brix di altri 2 gradi, inserire i pomodorini e far sobbollire per i soliti 3-4 minuti. Ripetere l’operazione ogni 12 ore finchè i gradi brix non arriveranno a 70. Dopodichè, se non vanno consumati subito, procedere alla pastorizzazione in vasetto. Mi raccomando, prima di usarli nella focaccia, far scolare i pomodorini dal loro sciroppo!

1a

Per la focaccia dolce:

Impastare farina (precedentemente setacciata), patata, lieviti, zucchero e latte. Dopodichè aggiungere uova, sale, vaniglia e limone.
Impastare bene fino ad ottenere un’impasto liscio e omogeneo.

Metterlo in una ciotola e lasciar riposare in frigo per 12 ore.
Passato il tempo, estrarre l’impasto e lasciarlo acclimatare un’ oretta, dividere l’impasto in 2 palle da circa 440 gr stenderlo con le dita su una teglia rotonda rivestita di carta forno e adagiarvi i pomodorini canditi premendo un pochino. Lasciar lievitare 3 ore. Una volta che l’impasto è almeno raddoppiato premere ancora i pomodorini per affondarli.
Spolverare di granella di zucchero e infornare in forno statico a 170° per 30 minuti circa.

3a 4a

tacco

5a_4

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *